Dal 2015 Ecobonus riconosciuto anche per le schermature solari

tende esterne, chiusure oscuranti, dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate

Chiamateci per una consulenza, è gratuita e senza impegno.

Quali sono i punti chiave:
1. 65% DETRAZIONE IRPEF, per le persone fisiche oppure DETRAZIONE IRES, per le società

2. Il Decreto non pone limiti prestazionali ai prodotti e non esistono livelli di prestazione del Fattore Solare.
Non è necessario il ricorso a tecnici o professionisti per l’asservimento dei calcoli o dei valori.

3. L’importo massimo di spesa è di 92.307

4. Chi può usufruirne:
– le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
– I contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
– Le associazioni tra professionisti
Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione anche: – I titolari di un diritto reale sull’immobile
– I condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali
– Gli inquilini
Coloro che hanno l’immobile in comodato.

5. Adempimenti: – Fattura o ricevuta fiscale intestata con descrizione del prodotto completo di posa.
– Consigliamo di mettere sempre la frase: “Schermature solari mobili ai sensi del D.L. 311/2006 allegato M”
– Per contribuenti senza Partita IVA: pagamento con bonifico bancario o postale parlante (indicare causale
del versamento, C.Fiscale del beneficiario la detrazione, P. IVA della ditta che ha effettuato i lavori),
o pagamento tramite finanziamento credito al consumo.
– La ritenuta d’acconto dell’8% sui bonifici che banche e Poste hanno l’obbligo di operare all’impresa che effettua i lavori.
– Per gli altri contribuenti qualsiasi forma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: